Wednesday, July 12, 2017

Wednesday, July 12, 2017 1:03 am by M. in , , ,    No comments
Some new translations in the Italian market:
Cime Tempestose
Emily Brontë
Translated by Beatrice Masini
Illustrated by Fritz Eichenberg
Bur-Rizzoli
ISBN-13: 978-8817095044
June 2017

La brughiera selvaggia dello Yorkshire, scossa da tempeste violente e improvvise, fa da sfondo a una delle storie d’amore più tormentate di sempre. La natura, come stregata, riflette le emozioni contrastanti di personaggi memorabili, che con la loro forza viscerale rimangono vivi nel nostro immaginario. Quando Mr Earnshaw torna a casa portando con sé l’orfano Heathcliff, la vita di Catherine cambia per sempre: il nuovo amico è prima il compagno di un’infanzia e di un’adolescenza scapestrata, poi il polo di un amore devastante, ma anche il fuoco di rancori, gelosie, liti violente.
 C’è tutto lo spirito romantico del XIX secolo nell’unico, preziosissimo romanzo di Emily Brontë, un sentimento perfettamente rappresentato in questo volume dalle preziose illustrazioni di Fritz Eichenberg, che con il suo tratto vigoroso, i volti drammatici e i paesaggi espressionistici, traduce in immagini l’atmosfera carica di tempesta e di contrasti che pervade il romanzo.
(Via Tra l'erica e le Campanule)

And a translation of a 1923 Branwell Brontë biography by Alice Law (where she said that Branwell was the real author of Wuthering Heights and Emily was a real angel in the house):
Patrick Branwell Brontë
by Alice Law
Translation by Alessandranna D'Auria
Flower-Ed
Collana: Windy Moors
ISBN: 978-88-85628-00-7
2017

Nel 1923 il mito dei Brontë era già affermato al punto da dare vita a due fazioni di studiosi e appassionati: da un lato i sostenitori delle sorelle Charlotte, Emily e Anne, dall’altro quelli a favore di Branwell. Alice Law apparteneva a questo secondo gruppo. Il suo saggio biografico, scritto sull’onda della concitazione per rendere giustizia alla memoria oltraggiata di Branwell, è un appassionato resoconto che ha il chiaro intento di rivalutare la figura dello sfortunato fratello, il cui talento era stato troppo a lungo sminuito dai suoi detrattori. L’autrice scrive con tenerezza e con amore, persino quando affronta l’annosa quanto fantasiosa questione del suo tempo: chi scrisse davvero Cime tempestose?

0 comments:

Post a Comment